Clara: una vita quasi perfetta (seconda parte)


[Qui puoi trovare la prima parte della testimonianza]

Clara arriva nel mio studio 4 mesi dopo il suo primo attacco di panico, con una richiesta ben precisa: voglio stare bene! Una richiesta molto comune tra le persone che si rivolgono ad uno psicologo; pochi, però, hanno in mente il reale significato di questo desiderio. Per Clara, ad esempio,  ”stare bene” voleva dire non avere più ansia.

Dopo il primo incontro mi era ben chiaro che desideravo una cosa impossibile, umanamente impossibile. All’inizio non la presi benissimo.. se non posso levarmela di dosso, cosa ci faccio qui? La psicologa mi ha però spiegato che l’ansia ha una sua funzione e che possiamo conviverci benissimo, purché non diventi eccessiva e immotivata, com’era capitato a me. E quella parte di eccesso non motivato si poteva gestire.

Dopo aver conosciuto Clara e la sua storia, le spiegai che ciò che le succedeva aveva un nome ben preciso ed era mantenuto da una serie di fattori, sui quali avremmo lavorato.

Sentire pronunciare, di nuovo, la stessa espressione “attacchi di panico” anche dalla psicologa, mi ha in un primo momento scoraggiata.. e se anche lei non si rendesse conto che io sto davvero male e il mio cuore non può reggere tutta questa fatica? Ma ormai siamo qui, vediamo cosa succede! Con il passare degli incontri ho iniziato a conoscere questo mostro..è “solo ansia”, non si muore!

Il mio percorso insieme a Clara (ebbene sì, non è mai un percorso solo del paziente!) parte dalla consapevolezza del problema, del proprio funzionamento e delle trappole mentali e comportamentali che mantengono queste difficoltà. Affrontiamo insieme le situazioni che nel tempo ha iniziato ad evitare e a temere, e troviamo insieme delle strategie per gestire l’emotività legata a queste situazioni.

Ogni volta pensavo di non farcela, mi ripetevo che avevo superato tanti ostacoli in questo percorso, ma il successivo sembrava impossibile. E ogni volta ce la facevo!

Quattro mesi dopo l’inizio del percorso, gli attacchi di panico sono ormai sporadici. Quando arrivano, Clara sa cosa fare. Non sempre li gestisce come vorrebbe, ma li supera senza troppe complicazioni.

Inciampo ma mi rialzo insomma! Mi piace pensarla così. In fondo al mio cuore c’è sempre e solo quell’obiettivo iniziale, che ho imparato a definire e a rendere realizzabile.. La mia vita non è perfetta come pensavo, non lo sarà mai.. ma questo non è più un problema!


Condividi questo articolo

 
     

L'autore - Valentina Lombardi



Valentina Lombardi (Saronno, 1986). Psicologa ad indirizzo clinico e dell’età evolutiva. Specializzanda in Psicoterapia cognitivo-comportamentale presso la scuola ASIPSE di Milano. Laureata con lode presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Ha conseguito un Master in valutazione, diagnosi e trattamento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento ed è applicatrice del Metodo Feuerstein PAS Standard. Come libera professionista si occupa principalmente di consulenza psicologica ad adulti, adolescenti e bambini, DSA e difficoltà scolastiche, potenziamento cognitivo, problemi comportamentali ed emotivi, ansia, depressione, e addestramento al rilassamento.     Seguila su Facebook, Twitter e Google+

Valentina Lombardi ha pubblicato 30 articoli su GocceDiPsicologia


Tag:,